venerdì 9 novembre 2018

MAKING OF: NON E’ VIVIANE L’INFERMIERA

I tormenti interiori di Viviane (tratto dal volume edito da Sbam! Libri)

Alcune persone che hanno comprato i precedenti lavori di Cryx o di Filippo Pieri non ne hanno voluto sapere di leggere Viviane l’infermiera. Ad uno di questi, mio amico, ho chiesto lumi e la sua risposta è stata: non leggo fumetti porno.
Ognuno è libero di fare quel che vuole, ma questa risposta mi fa molto arrabbiare perché Viviane non è un fumetto porno. E’ un fumetto umoristico dove la protagonista è indubbiamente sexy e i vecchietti di cui si occupa vorrebbero vederla svestita, e per questo le provano un po’ tutte creando situazioni divertenti.
Viviane è dolce, romantica, ironica ma anche angosciata, sofferente, tenera. L’amore le manca, il rapporto con il suo ex fidanzato è finito e lui continua a tormentarla non rassegnandosi. L’amore che lei sogna, che cerca come un elisir per guarire la sua anima inquieta, Viviane lo rivolge probabilmente alla persona sbagliata e questo la fa stare ancora peggio.

Jesus, Principe e Macao i veri protagonisti del libro Viviane l'infermiera

E’ insomma un personaggio molto più complesso di quello che può sembrare giudicandola solo dalla copertina del volume edito da Sbam! libri. Il suo essere infermiera è un voler curare gli altri ma lei in fondo è la prima ad aver bisogno di cure. A differenza dei vecchietti con cui ha a che fare, i cui malanni sono fisici, i suoi acciacchi sono nell'anima e quella non si può ingessare.
Certo, i meccanismi di un fumetto umoristico ispirato alle commedie sexy degli anni 70 vedono per forza la nostra protagonista a volte svestita, ma sempre in maniera molto casta. Infatti non vediamo mai le parti più intime di Viviane sempre celate da qualcuno o da qualcosa. Questo spiega perchè il titolo di lavorazione del fumetto era Casa Nova Comics, per sottolineare che questo è un fumetto corale e alla fine sono gli ospiti della casa di riposo per anziani i veri protagonisti. I vari Principe, Jesus, Macao, Don con i loro tic e il loro linguaggio politicamente scorretto. Il titolo però non funzionava sembrava quello di una casa editrice per cui abbiamo fatto come quando Alfredo Castelli consigliò a Silver di cambiare il titolo del suo fumetto da “La fattoria Mackenzie” a “Lupo Alberto”, il nome del personaggio principale. Sono convinto della bontà di questa scelta e confido che, alla fine, il pubblico ci darà ragione.

Esterno della residenza per anziani Casa Nova, dove sono ambientati gli episodi.


mercoledì 7 novembre 2018

SBAM! COMICS 42 ONLINE


È uscito in rete il numero 42 di Sbam! Comics - la rivista a fumetti sui fumetti scaricabile gratuitamente dal sito dell'editore

PRIMO PIANO
Era il 27 dicembre del 1908 quando il Corriere della Sera si propose con un supplemento illustrato per i figli dei suoi lettori. Era nato il Corriere dei Piccoli, e con esso il Fumetto cominciava la sua diffusione su larga scala nel nostro Paese. 110 anni da celebrare, come fa Wow Spazio Fumetto con
una grande mostra e come vogliamo fare anche noi, con questo numero e con una storia completa (e in rima!) dei Ronfi, i piccoli eroi di Adriano Carnevali nati proprio sulle pagine del Corrierino nel 1981.

ALTRI GRANDI COMPLEANNI
Pare proprio che gli anni che “finiscono con l’8” siano particolarmente propizi al mondo della Nona Arte e dintorni: oltre quella del Corrierino, si festeggiano infatti molte altre ricorrenze illustri per il Fumetto: i 90 anni di Mickey Mouse, i 70 di Tex, i 60 dei Puffi, i 50 delle Sturmtruppen, i 30 della Pixar e
i 20 di Julia. Ricorrenze accompagnate da eventi di rilievo che abbiamo visitato per voi.

IL TEATRO DI BURATTINI
Moreno Burattini, fumettista (scrive e sceneggia da migliaia di anni le storie di Zagor, di cui cura anche la testata in Bonelli), scrittore, aforista, poeta, sceneggiatore teatrale, attore, ma soprattutto amico di Sbam! da sempre. Parte da questo numero la nuova rubrica, nella quale parleremo a ruota libera di fumetti con Moreno, dei nostri temi di copertina e di molto altro.

MAESTRI DEL FUMETTO UMORISTICO
Abbiamo incontrato tre grandi maestri del Fumetto umoristico, creatori di storie rimaste nell’immaginario collettivo. Un’occasione per parlare con loro del Fumetto di ieri e di oggi, arrivando a conclusioni molto interessanti. La parola a Romano Garofalo (Jonny Logan), Daniele Fagarazzi (Zio Boris) e Piero Lusso (Lupo Alberto e Cattivik). In più, da leggere un episodio di Yellow Kill, di Lusso e Giorgio Sommacal.

REVIEWS E MOLTO ALTRO
Sbam-carrellata di novità in libreria, edicola e fumetteria, con le nostre recensioni. Con lo staff di eMooks, indaghiamo sulle nuove frontiere del Fumetto digitale. Per la rubrica New Generation, intervista a Massimo Pini. Le Facce da comics di Adriana Roveda. Alcune pagine-assaggio dai nostri Sbam! Libri. Le News-Flash dai vari editori.

FUMETTI
Oltre ai già citati Ronfi e Yellow Kill, eccovi anche un sontuoso mucchio di strip, tra Ghigo lo Sfigo, Tarlo, Federica, I Chinson, Pappatacio, Gatto Pepè, Penguin Bros e Kugio & Gina. Il nuovo episodio dello Zio Dragoou di Ugo D’Orazio. Talking Things, la nuova idea di Pietro Vanessi. Le fantascientifiche strisce di Alieny – L’alieno col borsello, di Mr. Khaos e Zillo. Emanuele Florio ci porta All’ombra del trullo. I racconti brevi di Marcello Bondi disegnati da Giuseppe Falco e Bruno Farinelli.

Tutto questo e molto altro su Sbam! Comics 42.

mercoledì 31 ottobre 2018

MA CHE CI VADO A FARE A LUCCA?




Sono passati ormai più di 25 anni dalla prima volta che sono stato a Lucca Comics & Games e sia io che la manifestazione siamo molto cambiati. Una volta era solo Lucca Comics (senza i games, senza i comics e si teneva tutta nel palasport e nello spazio antistante). C'eravamo principalmente solo noi nerd appassionati di fumetti e raggiungere la manifestazione e parcheggiare accanto al palasport non era difficile. Oggi con i games prima e, soprattutto i cosplayer poi (quelli che recitano la parte dei loro eroi preferiti), la manifestazione ha raggiunto livelli di presenza record. Tanto che quest'anno, oltre al blocco delle strade, c'è il controllo degli zainetti e il passaggio attraverso il metal detector in alcuni accessi alle mura. "E' per la sicurezza" mi spiegano i numerosi poliziotti presenti. Certo, posso capirlo, ma dov'è finita quel senso di leggerezza che si respirava intorno ai fumetti una volta? 

Forse sarà semplicemente perché io sono invecchiato, ma comincio a sentirmi "fuori posto" in tutto questo. Tanto da arrivare a chiedermi: ma che ci vado a fare a Lucca? Le case editrici con le quali collaboro non sono presenti e cercare contatti con qualche editore in mezzo a questo caos è piuttosto difficile. Tutti i fumetti presentati qui in anteprima, subito dopo la fiera o poco dopo si potranno acquistare sui negozi online oppure in fumetteria. 
Probabilmente proprio per quel senso di leggerezza dovuto anche alla mia giovane età, una volta mi piaceva molto di più andare a Lucca con gli amici con cui condividevo la passione per le arti disegnate. Andavano lì e ci divertivamo ad ammirare artisti che sognavamo un giorno di emulare, lavorando a tempo pieno in quel mondo, anche se alla fine non ottenevamo nessun contatto. La vita ci ha riservato percorsi diversi e nessuno di noi fa questo mestiere a tempo pieno. Anzi, molti di loro hanno rinunciato del tutto alla loro passione di un tempo e non ci vogliono nemmeno più venire (per motivi diversi) a questa festa del fumetto. 
Io nella vita faccio altro e la mia dimensione è di autore di nicchia, che raggiunge un pubblico piuttosto limitato. Per le cose che faccio in fondo potrei provare semplicemente con l'autoproduzione su Amazon (cosa che, per inciso prossimamente farò). Per questo l'anno prossimo non andrò a Lucca Comics.

P.S. Lo so, lo dico tutti gli anni, ma alla fine ci ritorno sempre.



Nota. Le due foto che appaiono in questo articolo le ho scattate io stesso 25 anni fa. Nel 2014 ne pubblicai la metà migliore su Twitter (poi altri l'hanno ripubblicata senza citarne la provenienza, ma nell'era digitale succede spesso)

sabato 20 ottobre 2018

lunedì 15 ottobre 2018

SONO PAZZI QUESTI COLLEZIONISTI!

Immagine tratta da Collezionare n°18 del Settembre 1991

Il libro di Viviane l'infermiera è oggettivamente bello. Io lo tengo in bella mostra nella guardiola della portineria dove lavoro e ogni tanto qualche dipendente della Megaditta o semplice visitatore mi chiede informazioni sul libro e io rispondo volentieri.
Qualche settimana fa, un dipendente esterno mi chiese di vedere il volume e dopo averlo sfogiato insistettè per volerlo comprare. Subito, quella copia lì. Io accettai, avendo altre copie a casa, e quando stavo per dargli il resto lo rifiutò. Non lo voglio - mi disse - ma ci tengo ad avere una sua dedica. 
Mentre autografavo l'albo, mi raccontò che da bambino leggeva le strisce del Comandante Mark e che i fumetti gli erano sempre piaciuti.

Viviane L'infermiera (Sbam! Libri) 2018

Pensai che fosse un collezionista o magari un semplice appassionato. Qualche settimana dopo, rincontrandolo non potei fare a meno di chiedere se aveva letto l'albo. No - mi rispose - l'ho venduto al doppio del prezzo di copertina. Stupito, stavo per chiedergli spiegazioni che invece si affrettò lui stesso a dare. E' venuto a trovarmi un vecchio amico, e vedendo l'albo mi disse: "Bello... ma l'autore è morto?". Non ancora - gli risposi - ma è bravo e presto quest'albo varrà parecchio: Se lo vuoi te lo vendo a un prezzo di favore! Un affarone! L'amico ha accettato e adesso aspetta che muori. Mi ha detto ridendo. 
Beh!... per il momento sto benone (facciamo le corna), ma questi collezionisti sono proprio strani. 
E dire che io li conosco bene, non solo perchè ho scritto delle storie di Battista il collezionista, ma perchè in fondo sono uno di loro.

martedì 9 ottobre 2018

CARTAIGIENICAWEB #114 ONLINE



Tutte le volte ci danno per spacciati, e noi, come se nulla fosse torniamo a bomba, più vivi e vegeti che mai! Anche questa volta potrete contare sulla nutrita schiera degli autori più consolidati ma anche su qualche new entry di ottima qualità per un rutilante ensemble di Vignette, strisce, fumetti, pezzi umoristici e tutto ciò che fa di Cartaigienicaweb -la webzine più longeva della rete- un prodotto unico e irripetibile. E come sempre, ribadirlo non fa mai male, tutto schifosamente gratis! Non vi resta dunque che scaricare o leggere la rivista direttamente on-line, e godere ancora una volta dei nostri stoici sforzi creativi. Senza godere troppo, però, che poi diventate ciechi.

In questo numero:
Copertina di Kant
Il DIDIETRO della copertina di Fax
I PIRATI DELLA MAGNESIA di Pieri e Ferretti
QUI IN MAGNESIA... SIAMO TUTTI PIRATI di Kant
EPIC FAIL di Cryx
GAVASHOW di Gava
MEGLIO L’ERGASTOLO di Piccinini e Pieri
PENSIERACCI E PENSIERINI di Ignant
FLORA CAUSTICA di Massy
LURKO IL PORCO MANNARO di FAM
LE STRISCE DI PUNTO di Monik’Art
THE UNEMPLOYED di Samuele De Marchi
FATTI E STRAFATTI di Cafeo e Negrini
SATIRA N’Euro Deficiente di Airaghi
RIME METROPOLITANE di Ridola
VIGNETTAZZE di Marc’Arioli
LO SCRITTORE SFIGATO di Lupi / Guerrini
L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELLO SFINTERE di Lupini
SANT’INQUIETANTI di Tonsillanarchica
FUSI DI TESTA di Marco Fusi
GLMART
Intervista John LANSDALE di Estavio
I SOGNI DEI BONELLIANI di Filippo Pieri
L’INCAZZATOMAN di Galbero
PULCI di Cardinali
Mr. SMUT di Faz & Stefanni
CARTOONS di Kothra
EDIPO di Andrea “KANT” Cantucci
COSEFOLLI di Pera
IL SOLLETICO MI FA RIDERE di Cisko Lucke
E con il prezioso contributo di Gianfalco

Puoi scaricare l'ultimo numero gratuitamente su: www.cartaigienicaweb.it

lunedì 8 ottobre 2018

THE FLIPPIES. EPISODIO #1 ONLINE


E' uscito il primo episodio della nuova serie umoristica di Cryx & Pieri. 
Potete vederlo gratuitamente qui.